• Home
  • » Segnalazione di illeciti - Whistleblowing

Segnalazione di illeciti - Whistleblowing

Con la Legge n. 179 del 30/11/17, il legislatore italiano ha introdotto anche per il dipendente privato la tutela già prevista per il pubblico dipendente nel caso in cui questo segnali condotte illecite o irregolarità di cui venga a conoscenza nell'ambito della propria attività lavorativa (cd. whistleblower).

La norma ha la finalità di tutelare l'interesse pubblico e generale alla legalità ed eticità sia dell'azione amministrativa che delle attività d'impresa privata.

La disciplina prevede una specifica tutela in favore  di coloro che, nell'interesse dell'integrità della Società segnala al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza o all'Organismo di Vigilanza condotte illecite di cui è venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro.

Il dipendente che segnala non può essere sanzionato, licenziato o sottoposto a una misura discriminatoria, diretta o indiretta, avente effetto sulle condizioni di lavoro per motivi collegati direttamente o indirettamente alla segnalazione, fatti salvi i casi di accertata responsabilità penale o civile per calunnia e/o diffamazione.

Kyma S.r.l. ha dato piena attuazione alle indicazioni normative e dell'Autorità Nazionale Anticorruzione in tema di whistleblower  adottando la procedura "Segnalazione di illeciti e irregolarità - Whistleblowing".

E' possibile scaricare  il modello per le segnalazioni di illeciti e irregolarità. Le segnalazione potranno  essere presentate anche con dichiarazione diversa da quella prevista nel modulo, purché contenente gli elementi essenziali per verificare la fondatezza dei fatti.

Per completezza,  è possibile scaricare l'Informativa al segnalante di cui agli artt. 6 del D.Lgs 231/2001 e 54 bis del D.Lgs. 165/2001 e al Regolamento UE 2016/679 in materia di protezione dei dati personali.

 

Aggiornato al 02/07/2019